“Con estrema soddisfazione…”

Così il Dirigente scolastico, prof.ssa Anna Toraldo, ha comunicato al personale tutto che il 5 aprile 2019 al Campidoglio , l’I.T.I.S. Vallauri con il progetto “PowerHead” della categoria Cobot, ha ricevuto il premio speciale in memoria di Federico Mattogno, classificandosi primo alla 13^ Edizione della RomeCup. La RomeCup è il multievento promosso dalla Fondazione Mondo Digitale per valorizzare i giovani talenti italiani e sostenere l’ecosistema dell’innovazione su tre assi trasversali: robotica, intelligenza artificiale e scienze della vita.

La squadra vincitrice è stata preparata e guidata dai docenti del Vallauri, prof. Anselmi, D’Urso, Scaramella, che hanno costruito un team di lavoro di studenti delle classi terze, quarte e quinte, di tutti e tre gli indirizzi, Elettronica, Informatica e il Liceo scientifico delle Scienze Applicate.

Il progetto è stato presentato ufficialmente nel Campus Bio-Medico di Roma dal Prof.Taffoni, università che in collaborazione con il Vallauri che ha concretizzato l’idea.

Tornati in sede, il team si è subito attivato organizzando gli incontri extra scolastici necessari per avviare il lavoro di analisi del problema, la progettazione e la realizzazione del prototipo. “PowerHead”, così è stato denominato, si è sviluppato lungo incontri congiunti della componente universitaria e del Vallauri e ha affrontato un tema impegnativo: ideare un sistema di controllo di una sedia a rotelle elettrica in uso alle disabilità, con l’obiettivo di renderla autonomamente fruibile ai tetraplegici.

Al Campus hanno illustrato i sistemi di controllo possibili alla risoluzione del problema, lasciando però libero il team del Vallauri di scegliere quello più idoneo alla loro idea e alla tempistica di consegna del progetto, assai ridotta.

La patologia da servire, la tetraplegia, ha portato a posizionare il sistema di controllo, costituito da un accelerometro, seguendo modalità ergonomiche, su un “caschetto” sensibile ai comandi della testa, in base ai quali venivano disposti i movimenti della carrozzina: avanti-dietro, destra sinistra , in diagonale destra-sinistra e sinistra-destra.

Il team si è poi diversificato in tre sotto gruppi in base alle competenze, in modo da portare avanti il progetto, ottimizzando i tempi anche in relazione alla scadenza imminente.

A lavoro completato, il 4 aprile presso l’Università di Roma Tre, nel dipartimento di Ingegneria si è svolta la gara, che ha visto il team del Vallauri uscirne vincitore assoluto su 25 gruppi-progetto provenienti da 20 regioni italiane.

L’esperienza è stata un successo sotto molti aspetti in quanto ha permesso la coesione e il confronto tra le varie classi dei diversi indirizzi dell’Istituto, ha consentito ai ragazzi delle classi quinte in qualità di prossimi tecnici specializzati, di confrontarsi con il mondo universitario. L’aspetto più stimolante e vincente si è rivelato essere proprio il lavoro di squadra entro cui è stato possibile confrontare e discutere nonché applicare le conoscenze apprese lungo il percorso di studi, prerequisito importante per la realizzazione, a conclusione delle varie fasi di lavoro, di un prototipo perfettamente funzionante che si dirigeva con scioltezza laddove l’accelerometro gli indicava di andare, salendo al Primo posto del podio.

Il premio che il team ha guadagnato ammonta a 2.500,00 euro, devoluti alla scuola per l’acquisto di materiale destinato all’implementazione del progetto e all’avvio di nuovi.

Il Dirigente scolastico, prof.ssa Anna Toraldo che ha seguito e agevolato nelle sue funzioni le fasi di costruzione del progetto, ha scritto ancora: “ I nostri studenti e docenti, assieme agli studenti universitari e al prof. Taffoni del Campus Biomedico di Roma, hanno dimostrato che lavorando “ in squadra e di squadra” si possono raggiungere traguardi a volte inaspettati che contribuiscono ad aumentare sia le competenze che abilità, sia la fiducia nel credere nelle proprie capacità per poter raggiungere gli obiettivi e le mete che i nostri giovani si prefiggono nella vita”. Grazie dunque al team PowerHead: ai Professori Sara Anselmi, Stefano D’Urso, Andrea Scaramella, che hanno seguito gli studenti nell’impresa.

Protagonisti gli studenti della specializzazione di:

  • Elettronica, Automazione, Robotica
    • Alberto Guimp e Gaetano Santorelli, classe 3° A,
    • Francesco Argenti, classe 5° A,
    • Giulia Ganci, classe 4°B;
  • Informatica, Telecomunicazioni, Webdesign
    • Valentin Suteica e Filippo Romiti, classe 5° D,
    • Matteo Bernardo, Francesco Battagliero e Alessandro di Geronimo, classe 4°F;
  • Liceo Scientifico delle Scienze Applicate
  • Samuele Dell’Uomo, Bruno Chambery, Daniele Lambiase, Massimiliano Mastrantoni, Matteo Quagliani, Alessio Tittarelli e Daniel Viscione, classe 4°G.

Grazie soprattutto a loro che sono stati gli autentici attori di tale vittoria.

Francesco Argenti, 5°A

Ufficio Stampa Vallauri Velletri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *